Asylum, Migration and Integration Fund,

call AMIF-2016-AG-INTE-01 

"Integration of 3rd country nationals"

 

 

 

 

 

 

L’obiettivo del programma WELCOME è quello di generare uno scambio delle migliori pratiche tra organizzazioni specializzate nell’inclusione digitale di gruppi destinatari svantaggiati, per sviluppare e pilotare (in un processo di sviluppo a due livelli) un approccio innovativo per coltivare l’inclusione sociale di cittadini di Paesi terzi nelle attività educative e sociali, nella vita culturale, nel settore del volontariato e nelle attività di creazione digitale.

 

Nel “Programma WELCOME” sarà sviluppata e sperimentata una metodologia innovativa per un corso creativo sulle IT. L’obiettivo è quello di formare giovani immigrati come mentori digitali, che saranno quindi coinvolti come volontari ed organizzeranno laboratori di informatica per i loro pari e per altri utenti interessati, condivideranno le loro capacità e dimostreranno il loro potenziale di inclusione nella comunità locale.

 

Innanzitutto, sarà creato un programma comune di laboratori informatici creativi, metodologia e materiali formativi in inglese, tedesco, francese, olandese, italiano, spagnolo e greco, basati sulle migliori pratiche dei partner.

 

Due membri dello staff provenienti da ciascuna organizzazione (2 dal Belgio, 2 dalla Germania, 4 dall’Italia, 2 dalla Spagna e 2 dalla Grecia) saranno istruiti su come utilizzare il programma ed i suoi materiali nei corsi pilota.

 

Durante i corsi pilota, 120 giovani cittadini di Paesi terzi in età dai 16 ai 30 anni parteciperanno al programma e miglioreranno le loro abilità informatiche, di linguaggio e relazionali attraverso laboratori informatici creativi.

 

I giovani partecipanti lavoreranno poi come volontari ed organizzeranno 40 laboratori informatici creativi, raggiungendo in tutto 400 persone in gruppi misti di cittadini di Paesi terzi e cittadini europei. Il contenuto di questi laboratori incoraggerà l’apprendimento tra pari e gli scambi tra comunità locali e cittadini di Paesi terzi.

 

Come parte del programma, i giovani partecipanti produrranno storie digitali per riflettere sull’esperienza del programma e usate per: 

a) raggiungere un totale di 1000 tra i loro coetanei per motivarli a fare volontariato o partecipare ad attività educative, sociali e culturali; 

b) raggiungere un totale di 500 importanti stakeholder in organizzazioni educative, sociali e culturali per accrescere la consapevolezza della necessità di rendere le attività più inclusive per i cittadini di Paesi terzi.

 

La versione finale del programma ed altri risultati del progetto verranno diffusi tra importanti stakeholder per stimolare l’adozione del programma ed accrescere la consapevolezza della necessità di pratiche che coinvolgano i cittadini di Paesi terzi.

 

 

 

 

 

PRIMA FASE: La formazione dei formatori ad Atene

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload